Il punto in comune tra birra e vaccini

Se sentiamo parlare di Pfizer? Facile, una delle case farmaceutiche del primo vaccino anti-Covid.

Se leggessimo Duvel? Ancora più facile: è la famosa birra belga.

E se invece vi dicessi Puurs? Vuoto.

In realtà i tre nomi sono legati in un modo particolare. Puurs è un centro abitato delle Fiandre con meno di 17mila anime, che ha dato i natali ad una Miss Belgio e che, da 24 anni a questa parte, ad ogni tornata elettorale rielegge sempre lo stesso sindaco. Questa piccola cittadina belga appartenente ad una vecchia zona prettamente agraria e circondata da campi di asparagi, non è certamente una delle mete turistiche più ambite. Eppure è salita alla ribalta nelle cronache mondiali per una coincidenza particolare. Puurs, infatti ospita sia una delle sedi della Pfizer, la casa farmaceutica americana del primo vaccino anti-Covid, sia una della Duvel, la famosa birra belga.

Pfizer e Duvel, però, non hanno semplicemente gli stabilimenti vicini. Come affermato da Marijke Huysmans, esperta di idrologia delle università di Leuven e di Bruxelles, entrambe le fabbriche pompano ed utilizzano infatti l’acqua dallo stesso strato sotterraneo per le loro produzioni, “imparentando” così birra e vaccini.

Questo punto in comune tra Duvel e Pfizer è una pura curiosità, ma chissà se nell’attesa di ricevere il vaccino non si possa sopperire in qualche modo con una sana (ed è il caso di dirlo) bevuta.

Total
0
Shares
Related Posts