Legge di bilancio: un fondo per la birra nel 2021

Stando al primo articolo della nuova legge di Bilancio, per il 2021 sarà stanziato un fondo di 10 milioni di euro per “la tutela ed il rilancio” (si legge nel testo della legge) di alcune filiere, tra cui quella apistica, quella della canapa e della frutta a guscio, oltre a quella della birra artigianale.

Ancora non sono state definite le modalità con cui questi soldi saranno spesi tra i vari settori: toccherà al Ministero Delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali (aka Mipaaf), insieme al ministero dell’Economia e delle finanze (abbreviato in Mef), prendere una decisione entro 2 mesi dall’entrata in vigore della legge. Quindi, indicativamente, verso Marzo. 

Ormai è un fatto noto che la filiera della birra artigianale italiana stia conoscendo un forte sviluppo nel nostro paese e non solo, con un notevole aumento della produzione che ha comportato sia una diminuzione delle importazioni, sia un consumo pro-capite in forte rialzo.

Certamente la cifra investita non sarà altissima. Ciò che va sottolineato, però, è l’importanza rivestita dal fatto che il movimento brassicolo italiano e la sua filiera siano riusciti a ritagliarsi uno spazio sulle scrivanie di Roma. 

Il 2021 non poteva iniziare in quarta, visto ciò che è successo nel 2020, ma forse si comincia ad ingranare.

Total
0
Shares
Related Posts