Da Lager a “Lagar”: l’errore ortografico diventa virale

Non una trovata commerciale, ma un “semplice” errore di stampa che però ha catalizzato una buona fetta di consumatori in Giappone. La vittima (si fa per dire) dell’ortografia è l’ultima etichetta prodotta dalla Sapporo Breweries. Questa è una lager (stile di birra a bassa fermentazione originaria della Germania) che si è però riscoperta “lagar” con la scritta su alcune lattine, pronte ad essere lanciate sul mercato. Accortosi dell’errore a pochi giorni dalla messa in commercio, il gigante nipponico si è impegnato ad un annuncio online in cui dichiarava il blocco della produzione per correggere l’errore, oltre a promettere il ritiro dei lotti “lagarizzati”. 

Un pò di imbarazzo, forse, ma per il resto tutto nella norma. 

Salvo poi ritrovarsi oberata da post e tweet e con la casella delle mail riempita da messaggi dei consumatori che chiedevano alla Sapporo di riconsiderare la cosa, lasciando i prodotti in commercio ed anzi di renderli una sorta di limited edition.

Dato il fortissimo impulso della comunità di internet, la Sapporo sembra averci ripensato e le lattine (in formato da 350 e 500 millilitri) verranno ufficialmente messe in commercio dal 2 febbraio. Le lattine di birra “lagar” saranno quindi disponibili all’acquisto, per la gioia dei consumatori giapponesi e per la smania dei collezionisti.

Total
0
Shares
Related Posts