Italian Grape Ale: una petizione per difenderne l’italianità

Dopo l’edizione del 2015, il Beer Judge Certification Program (BJCP) dovrebbe pubblicare a breve una nuova edizione della guida agli stili di birra nel mondo, il BJCP Beer Styles Guidelines. In questi giorni, però, sul sito change.org è apparsa una petizione, firmata da Gianriccardo Corbo (autore, giudice e docente del settore), per mantenere l’attributo “Italian” di fronte a “Grape Ale” anche nella prossima edizione del documento. Stando infatti a quanto scrive Corbo, che nel 2014 aveva curato la redazione dello stile IGA (Italian Grape Ale) per il BJCP, il Beer Style Guidelines che si prepara ad essere pubblicato nel prossimo periodo rischia di generalizzare lo stile a “Grape Ale”, negandone così l’origine geografica. Questo sarebbe un grosso smacco per il movimento brassicolo della nostra penisola, che, negli anni, ha fatto nascere ed evolvere questo stile basato su birre create con l’aggiunta di mosto d’uva. 

Le prime di questo genere sono state prodotte da Barley nel 2006 e da Montegioco nel 2007, mentre, al momento di redarre lo stile nel 2014, si sono registrate 66 IGA (anche se il censimento non ha raggiunto tutte le etichette). Ad oggi, invece, nel nostro Paese sono conosciuti più di 200 esemplari, con questo grande aumento di numeri che dimostra la passione e l’attaccamento dei birrai nostrani verso questo stile tutto italiano, che unisce la nostra tradizione e cultura vinicola, all’amore e alla passione per la birra artigianale. 

Il BJCP Style Guidelines è pieno di stili di birra chiamati con prefissi geografici come Belgian, Irish, Scottish, English, German e American” scrive Corbo per spiegare la petizione, “e noi riconosciamo che questi sono importanti, poiché sottolineano l’origine dello stile. Rimuovere il prefisso ‘Italian’ significherebbe non riconoscere l’Italia come il Paese dove questo stile è nato e dove è maggiormente prodotto”. 

La petizione, che al suo lancio richiedeva un quorum minimo di 500 voti, al momento ha già raggiunto 1143 voti sui 1500 richiesti in questa fase. Crediamo che anche il livello successivo possa essere raggiunto altrettanto velocemente, visto il successo dell’iniziativa. Ricordiamo che la petizione ha lo scopo di raccogliere un ampio consenso al fine di mantenere il prefisso geografico Italian di fronte alle Grape Ales anche nel prossimo BJCP Beer Style Guidelines, salvaguardando e valorizzando l’origine storica e culturale di uno stile in cui un intero movimento birraio si riconosce.

Total
0
Shares
Related Posts