Australia: Victoria Bitter per una produzione ad energia solare

Victoria Bitter, birra australiana prodotta da Carlton & United Breweries (una controllata Asahi), ha annunciato che permetterà ai propri clienti di ottenere una cassa di bottiglie in cambio di energia solare in eccesso. La volontà della società, come annunciato da un anno a questa parte, è quello di alimentare l’intera produzione unicamente attraverso lo sfruttamento dell’energia data dal Sole e, in linea con questa scelta, il marchio ha recentemente stretto una partnership con la Power Ledger, una società energetica che lavora attraverso l’uso di blockchain, con l’intento di dare la possibilità a chi ne farà richiesta di poter scambiare l’energia solare in eccesso per un cartone con dentro 24 birre, una per ogni 1,25$ di energia data al Victoria Bitter. Jemma Green, fondatrice di Power Ledger, spiega che il suo sistema blockchain monitorerà la quantità di energia che le singole case introdurranno nella rete, dando la possibilità di controllare “quante bottiglie di birra hai guadagnato ogni 30 minuti”.

Il marchio VB fu fondato a Melbourne nel 1854 da un emigrato scozzese ed ora, dopo essere entrata a far parte del gruppo Carlton & United Breweries (ex Foster’s Group) è passata dalle mani di AB InBev nel 2016 a quelle di Asahi nel 2019 insieme a tutti i marchi australiani controllati da CUB. 

La scelta di Victoria Bitter di alimentare la propria produzione unicamente ad energia solare ricalca la volontà espressa dal gruppo Asahi, che entro il 2025 vuole rifornire le proprie fabbriche con elettricità derivante al 100% da fonti rinnovabili. Questo progetto (di Asahi e, quindi, di Victoria Bitter) “è una doppia vittoria per gli amanti della birra e dell’ambiente” afferma Brian Phan, general manager of marketing di VB. 

La scelta di Victoria Bitter, ed il fatto che sia dettata anche dalla volontà del gruppo Asahi, è un ulteriore segnale di quanto il mondo della birra in toto si stia rivolgendo a sfide sempre più green e sostenibili, con l’intenzione di stare al passo con questo trend mondiale sempre più forte ed importante. 

Total
0
Shares
Related Posts