Arriva la Chimay 150: la nuova birra dopo 55 anni

Il panorama trappista si muove ancora: dopo l’annuncio della messa in vendita della Westmalle Extra, ecco che anche Chimay propone una nuova birra dopo 55 anni (l’ultima fu l’etichetta bianca della Cinq Cents nel 1966). La Chimay 150, detta amichevolmente “tappo verde”, in realtà non è una novità assoluta: quest’etichetta, infatti, era già stata prodotta in edizione limitata (150mila bottiglie) nel 2012, in occasione dei 150 anni del birrificio trappista, ma ora torna disponibile sul mercato come membro fisso della famiglia Chimay.

La 150 viene etichettata come una Belgian Golden Strong Ale da 10% di gradazione alcolica: la più forte della linea classica, escludendo i 10,5 della Grand Reserve. È una birra incentrata sul tipico lievito Chimay e sulle spezie usate, in particolare il coriandolo ed un altro ingrediente che il birrificio vuole mantenere segreto. Al naso promette aromi freschi di lime, bergamotto e menta, mentre in bocca passa da delicati sentori di rosmarino alle note leggermente piccanti di zenzero. La scelta del colore verde, spiega Chimay, oltre a richiamare le sue note degustative, vuole rappresentare soprattutto la speranza di una ripartenza positiva per il mondo brassicolo e, anche per questo, la 150 sarà disponibile dal 1 giugno inizialmente solo per il canale Ho.Re.Ca.

La nuova Tappo Verde vuole essere un tuffo nella tradizione trappista, in particolare quella a marchio Chimay dell’abbazia di Notre Dame de Scourmont che, dopo 55 anni, presenta una nuova etichetta dal gusto elegante e raffinato. Come dicono da quelle parti: “una birra prodotta con sapienza, che si degusta con saggezza”. 

Total
0
Shares
Related Posts