Brewers Association: calo nel 2020, ma progetti per ripartire

Nel suo resoconto annuale, la Brewers Association ha dichiarato un calo dei ricavi del 70% o quasi, tra la fine del 2019 e lo stesso periodo del 2020. 

La potente associazione di categoria americana ha infatti affermato di aver registrato delle vendite per $9,73 milioni nel 2020, rispetto ai $27,76 milioni dell’anno pre-Covid, oltre ad una perdita di quasi 4 milioni di dollari. 

Una delle cause principali dei numeri in calo è da rileggere nell’impossibilità dell’associazione di organizzare eventi, tra cui il Great American Beer Festival, che nel 2019 hanno fruttato ben $16,17 milioni (contro i $1,7 milioni nel 2020), e la cui mancanza ha portato ad una serie di licenziamenti dei dipendenti della Brewers Association pari ad un quarto del suo organico.

Nonostante il periodo non semplice, l’associazione di categoria americana e tutto il settore che rappresenta, non si dà per vinta ed è già ripartita alla grande con una serie di progetti per riportare in auge la potenza e la dinamicità della birra a stille e strisce. Proprio in questi giorni, infatti, si sta svolgendo la American Craft Beer Week (dal 10 al 16 Maggio), che nelle intenzioni della BA vuole rappresentare “un’opportunità per onorare i luoghi di ritrovo (si parla dei birrifici, nda) della propria città che danno alle nostre comunità il loro sapore unico”. L’evento invita i consumatori americani a supportare quelle attività commerciali che hanno lottato duramente contro questi tempi difficili pur di garantire i propri prodotti ed un concreto aiuto alla propria comunità: “Dopo un anno tumultuoso, con un calo delle vendite a due cifre” scrive la Brewers Association, “l’evento di quest’anno onora la creatività, la comunità e la resilienza dei piccoli birrifici indipendenti artigianali americani. In qualità di fedeli sostenitori della comunità, molti di loro hanno risposto rapidamente alla pandemia producendo disinfettante per le mani per i primi soccorritori locali e collaborando per raccogliere fondi per i lavoratori in prima linea e nel settore dell’ospitalità.

L’apporto dei birrifici americani è senza dubbio importante per la comunità in cui sono immersi e che rappresentano, ecco perché la Brewers Association, nonostante un 2020 non positivo, non vuole mollare di un centimetro, e anzi continua a mettersi in gioco pur di salvaguardare e rilanciare quella fitta rete sociale e comunitaria che è il settore della birra artigianale americana. 

Total
0
Shares
Related Posts