Usa: una ricerca rivela le migliori “Beer Cities” a stelle e strisce

Succede anche questo negli Stati Uniti, dove una ricerca ha voluto classificare 50 aree metropolitane degli stati americani in base ad una graduatoria dedicata alla birra. In tutta la nazione, i birrifici si stanno preparando a vivere una nuova realtà post-pandemia, mentre le strategie innovative che li hanno tenuti a galla durante i mesi di blocchi e restrizioni potrebbero consolidarsi come parte dell’offerta fissa degli stessi. Mentre gli appassionati stanno già affollando i tavoli di bar e ristoranti, il sito Clever Real Estate ha deciso di stilare una classifica delle migliori città in base al loro approccio alla birra. Il sito specifica inoltre che la graduatoria è data da una serie di fattori riscontrabili nel database di BreweryDB, tra cui il numero di birrifici, la loro densità (per 100 miglia quadrate) ed infine il numero di birre e di stili offerti dai singoli birrifici. 

La posizione più alta della classifica se la aggiudica San Francisco, dove i suoi 144 birrifici (6 birrifici ogni 100 miglia quadrate), tra cui lo storico Anchor Steam Brewing, offrono in media 19 birre a testa, con 11 stili rappresentati per ogni birrificio. Il secondo posto è occupato Indianapolis, nell’Indiana, che con “soli” 102 birrifici propone in media 39 etichette per impianto, ed un settore brassicolo che rappresenta oltre 1 miliardo di dollari nell’economia complessiva dello Stato. La città con più birrifici è Portland, nell’Oregon, che si trova in sesta posizione nonostante i suoi 183 impianti. Nelle ultime dieci posizioni della graduatoria, invece, troviamo un numero complessivo di 195 birrifici, ed ognuno offre una media di circa 10 birre, ovvero metà della media nazionale. 

Le 50 città prese in esame offrono un totale di 70.067 birre, con la California che si aggiudica lo scettro di Stato “più brassicolo” visti i suoi 423 birrifici (il 13% del settore nazionale). Le ultime due posizioni della classifica sono occupate da Salt Lake City e Riverside che non hanno birrifici censiti. 

La piattaforma Clever Real Estate si occupa di compravendita di immobili in tutti gli Stati Uniti e questa graduatoria è stata pubblicata di recente, cavalcando l’onda dell’entusiasmo dato dalle riaperture. Chissà che con questa speciale classifica non abbia aiutato qualcuno nella scelta della città in cui trasferirsi. 

Total
2
Shares
Related Posts