Flectar non Frangar pt.2: Un prodotto sociale

Il 23 giugno si celebrerà la nuova Giornata Nazionale della Birra Artigianale: un’occasione per unire il Paese attraverso la birra. 

In questo particolare periodo storico, però, la birra (o chi lavora con e per essa) ha fatto anche molto altro per la comunità in cui è prodotto, venduta, ed immersa. A Messina si è scelto di offrire della birra ai giovani che si vaccinano, su esempio di Israele e Usa, mentre in questi giorni i parlamentari inglesi hanno evidenziato l’importanza fondamentale dei pub nel mantenere vivi diversi servizi utili per le proprie comunità. Per non parlare poi del progetto Black is Beautiful, delle scelte della birra americana contro le denunce di sessismo nel settore o a favore della Queer Culture. 

La birra artigianale è sempre meno un prodotto di nicchia e sempre più un prodotto sociale. Anche in Italia. 

Il concetto va oltre quello di “semplice” covivialità a cui la birra viene spesso affiancata. Conviviale, infatti, deriva dal latino Convivio, che  sua volta richiama Vivere cum, uniti in un concetto che, più che al vivere insieme o alla mera “vita”, fa riferimento al cibo ed alle bevande

necessarie per vivere. La convivialità, dunque, evoca il cibo, la tavola imbandita, la festa e le persone con cui condividere tutto questo. 

Il concetta “sociale”, invece, ha un riferimento ben diverso dal primo. Deriverebbe infatti dal latino socius, che indica un alleato, un amico. In questo caso, dunque, dovrebbe essere chiaro perché la birra sia uno prodotto sociale e non un semplice mezzo di convivialità.

La birra è un alleato a favore dei vaccini, contro le disuguaglianze e contro le restrizioni e chiusure. Quest’ultimo, però, ci appare come un paradosso, dato che anche la birra stessa si è ritrovata indebolita dalle norme anti-Covid. 

Nonostante tutto, con le graduali riaperture e la voglia di non mollare, la tempesta dei tempi più duri si prospetta sullo sfondo, riducendosi a particolare lontano, appena sussurato da chi gli è scampato e spera che non dovrà più vivere momenti tanto bui. 

La birra è fatta di persone ed entrambi questi … sociali si distinguono per la meravigliosa capacità di sapersi flettere senza rompersi, piegandosi alle difficoltà solo per rizzarsi più alti di prima, una volt che il vento si sarà placato. 

[In copertina: Giorgione – La Tempesta – 1502-1503]
Total
0
Shares
Related Posts