BrewDog: le lattine d’oro nascondono un segreto

Non c’è pace per BrewDog. Il birrificio scozzese, dopo aver fatto i conti con le accuse di molti dipendenti che parlavano di un ambiente lavorativo tossico, ora si trova a sbrogliare una piccola matassa dovuta alle sue lattine d’oro. 

Qualche tempo fa, in perfetto stile Willy Wonka, il marchio scozzese aveva messo in circolazione delle lattina dorate che sarebbero state vinte da chi acquistava confezioni di Punk Ipa. 

Mark Craig, appassionato bevitore dell’Irlanda del Nord, nonostante sia una delle 50 persone al mondo ad aver vinto la lattina dorata, ne è rimasto deluso. Il motivo? Sarebbe perlopiù di ottone. 

Il buon Craig aveva portato a far valutare il suo premio, sperando di finanziare il suo matrimonio, ma i commercianti d’oro che gli hanno dato consulenza parlavano di non più di 10 mila sterline (contro le 15 mila promesse da BrewDog) solo se fosse stata interamente d’oro. 

Come riporta il The Guardian, però, il certificato del birrificio che accompagna le lattine dorate, afferma che esse sono solo rivestite con una placcatura in oro da 3 millesimi di millimetro.

Brewdog, però, continua a sostenere quanto affermato al momento del lancio dell’iniziativa: quelle lattine valgono 15 mila sterline. Questo, come comunicato dallo stesso birrificio, per diversi motivi: “Il prezzo che abbiamo pagato per la sua fabbricazione, il metallo costitutivo e la qualità del prodotto finale, il markup standard di vendita al dettaglio e la rarità e l’unicità delle lattine”. Nonostante le sue valutazioni, però, BrewDog ammette che non si può prevedere il valore effettivo delle lattine sul mercato. Un portavoce del birrificio ha inoltre annunciato il mea culpa del marchio di fronte a dichiarazioni social definite “erronee” che parlavano di lattine in oro massiccio, prontamente cancellate anche sul profilo Twitter del co-fondatore e CEO James Watt. 

Il buon Craig può comunque consolarsi con un capitale azionario BrewDog di 10 mila sterline e con la possibilità di un tour VIP del birrificio centrale nell’Aberdeenshire, anche se, si chiede Craig, chissà se lo vorrebbero lì.  

Total
0
Shares
Related Posts