Italia, Puglia: cresce la birra a Km0

Il 2021 sembra portare importanti successi per la birra artigianale italiana. Una richiesta sempre maggiore da parte dei consumatori, la creazione di una filiera del luppolo Made in Italy e il progetto della malteria più grande della penisola, sono solo la prova di quanto questo prodotto e la sua filiera stiano conoscendo un periodo di grande crescita. Così anche in Puglia, dove la Coldiretti regionale ha evidenziato il grosso successo delle birre agricole a Km0.

Stando alle indagini di Coldiretti, il 44% dei pugliesi beve birra due volte la settimana, mentre quasi il 6% la consuma quotidianamente. Non c’è da stupirsi: il tacco dello stivale è sempre stato ricco di prodotti tipici che si prestano in maniera ottimale alla creazione di birre, mentre l’inventiva e la voglia di fare di giovani imprenditori e appassionati ha fatto il resto. Sono infatti 110 i microbirrifici censiti sul suolo pugliese: 42 nella provincia di Bari, 31 nel leccese e infine Foggia, Taranto e Brindisi rispettivamente con 17, 15 e 5 impianti. “La nuova tendenza è la birra agricola a Km0, un prodotto sempre più ‘smart’ inventato dalle aziende agricole pugliesi, che se la gioca bene sul fronte del gusto e dell’innovazione, come la birra al carciofo, la birra di grano ‘Cappelli’, la birra di fichi, oltre che la birra alla canapa”, afferma il Presidente di Coldiretti Puglia, Savino Muraglia. Il successo della birra artigianale in Puglia non è solo un’ottima notizia per tutti gli appassionati, ma anche per l’economia della regione (e, di riflesso, dell’Italia tutta): Coldiretti, infatti, specifica che “Oltre a dare un contributo utile all’economia, la birra artigianale rappresenta anche una forte spinta all’occupazione soprattutto tra gli under 35 che risultano i più attivi nel settore con profonde innovazioni che vanno dalla certificazione dell’origine a chilometro zero al legame diretto con le aziende agricole, ma anche la produzione di specialità altamente distintive o forme distributive innovative come i brewpub o i mercati degli agricoltori di Campagna Amica”.

La birra è sempre più un prodotto legato al proprio territorio, che rappresenta le sue specificità e il suo carattere. Una bevanda sempre più apprezzata, sempre più consumata e sempre più in crescita. Ed è un piacere, dopo tanti mesi di restrizioni, parlane in maniera così positiva.

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Posts