New York: dibattito per la birra da 28$ all’Aeroporto

Siamo a New York, per l’esattezza all’aeroporto di La Guardia, dove una foto sui social ha scatenato una piccola protesta popolare. La foto ritraeva il listino prezzi di alcune delle birre disponibili al pub della struttura, con prezzi che andavano dai 13$ ai 28$, e no, non stiamo parlando di etichette tanto ricercate da giustificare quei prezzi.

La scintilla che ha infiammato la miccia è stato il post di Cooper Lund, un viaggiatore che, a quanto pare, voleva farsi spillare una pinta prima di prendere il suo volo. Alla foto del listino prezzi impazzito, Cooper ha aggiunto: “Lol a tutto questo, incluso il 10% aggiuntivo di ‘Covid Recovery Fee’ che non va ai lavoratori“, scatenando l’ironia e lo stupore degli utenti social sotto il suo post di Twitter. Prima che la situazione diventasse davvero esplosiva, la Port Authority of New York and New Jersey ha dichiarato al quotidiano The Indipendent: “Sappiamo che questo mercato è già abbastanza costoso, quindi ci impegniamo in tutto ciò che possiamo fare per garantire prezzi ragionevoli per i nostri clienti. Su nostra richiesta, OTG (la società che gestisce i punti vendita in tre aeroporti di New York, nda) sta conducendo un check completo dei loro prezzi e lavoreremo con tutti i nostri operatori e partner di concessione per rivedere i prezzi tra ristoranti e aeroporti, per garantire che i clienti vengano trattati in modo equo”. Sulla stessa linea anche la stessa OTG Management, che sotto al tweet di Cooper ha scritto che i prezzi sono assolutamente errati e già stati corretti.

Va detto che i prezzi di cibo e bevande hanno conosciuto un aumentato a New York dopo l’approvazione di un disegno di legge che consente alle aziende di impiegare una tariffa per il recupero del Covid-19 del 10%, con l’obiettivo che queste attività recuperino parte delle entrate perse durante le chiusure dovute alla pandemia. Tuttavia, i consumatori non sono tutti d’accordo questa decisione, dato che per molti la scelta di imporre una tassa a chi ha subito perdite al pari dei commercianti, non sembra essere una scelta saggia.

Total
0
Shares
Related Posts