Nasce l’IGA Beer Challenge

A marzo, durante la Italy Beer Week appena passata, era stato presentato il progetto IGA, creato grazie ad alcune realtà a cavallo tra il mondo della birra e del vino (più del primo, com’è facilmente intuibile) e volto alla tutela di questo stile birrario già minacciato in aprile di essere derubato della sua locazione geografica tipica. Risolta questa bagarre, l’Italian Grape Ale resta uno stile tutto italiano, che però ha avuto moltissimo successo anche in altri paesi. Ecco che allora il progetto IGA lancia l’IGA Beer Challenge: un concorso internazionale incentrato proprio su questo genere.

Le birre prodotte con uva o mosto d’uva saranno divise in 4 categorie, in base alla loro gradazione (uguale o minore, oppure maggiore del 7%) e in base al fatto di essere sour o meno, indistintamente dall’utilizzo di uva bianca o rossa. La giuria sarà composta da volti noti del mondo della birra e del vino, per avere un giudizio il più possibile completo dei prodotti che verranno assaggiati rigorosamente alla cieca. Il 9 ottobre verranno riempiti i primi bicchieri della giuria, che si ritroverà a Torino, mentre i risultati verranno annunciati sabato 13 novembre.Le iscrizioni saranno aperte fino a fine ottobre, mentre il regolamento dettagliato e il form d’iscrizione è disponibile sul sito del progetto IGA

.

Inutile sottolineare il fermento che c’è attorno a questo stile, sinonimo della creatività e dell’estro del settore artigianale italiano nel mondo. In questo senso, l’IGA Beer Challenge è un passo importante verso una consacrazione “ancora più ufficiale” di uno stile apprezzato da tutti, ma a volte (e in alcuni ambiti) messo in secondo piano rispetto agli storici europei.

Total
0
Shares
Related Posts