BrewDog si espande in Giappone, l’accordo con Asahi

Che il gigante scozzese BrewDog fosse già presente in alcune sparute località dell’infinito arcipelago giapponese, non è una notizia di per sé. Grazie ad un accordo con il colosso industriale Asahi, però, BrewDog aumenterà significativamente il numero dei propri prodotti venduti in ancora più punti sparsi per il Paese del Sol Levante.

La joint venture si chiamerà “BrewDog Japan” e – oltre ad essere il primo progetto di questo genere per il birrificio scozzese – sarà gestita da Watt e compagni, anche se opererà come realtà autonoma, con un proprio Chief Operating Officer, Daisaku Okuda, che conta oltre 30 anni di esperienza nel settore del beverage, inclusi quasi 20 anni in Asahi. “Con la sua reputazione di birre artigianali di alta qualità, BrewDog ha già una solida base di fan in Giappone” ha dichiarato Okuda “Siamo lieti di avviare l’operazione commerciale in Giappone per contribuire a portare un’ottima birra ai consumatori di tutto il paese“. Allora ecco che le celebri etichette Punk IPA, Hazy Jane ed Elvis Juice si preparano a conquistare il Giappone.

Avevamo già parlato del successo che stava montando per la birra in Asia: questa di BrewDog ne è un’ulteriore conferma, con un grande marchio europeo che decide di essere ancora più presente su un mercato sempre più positivo.

Total
0
Shares
Related Posts